Ottima organizzazione!

Sandro, Luigi ed io non eravamo ancora arrivati a Parigi e la App di ATC da scaricare sul cellulare ci dava già tutte le informazioni sulle presentazioni, davvero utile.

Al lavoro, fin dal giorno prima c’erano tante persone da Altair: Karoline, Monica, Paolo, Carlo, Alessia …. mi è molto piaciuta l’email con le foto dei lavori in corso!

Una voce, un volto

Questa Conferenza Altair è a livello internazionale ed è stato bello incontrare le persone e dare loro un volto: Fabrice, Yann, Vincent e tutti gli sviluppatori di FluxFluxMotor insieme ad altri distributori che sentiamo spesso al telefono.

Grande coinvolgimento generale e desiderio di conoscersi e fare domande.

Abbiamo avuto anche l’opportunità di parlare in inglese tre giorni di fila e, come mi ha detto Yvette che lavora in America: ” … Siete fortunati perché io parlo solo inglese mentre voi potete usare lingue diverse“. Beh, questa considerazione mi è piaciuta!

Un futuro da … brividi

La prima giornata di presentazioni ci ha fatto fare un salto nel futuro: siamo passati dalla presentazione di James Scapa che in modo molto informale ha annunciato la nuova acquisizione di Simsolid, un software che ha fatto saltare tutti dalla sedia; altre presentazioni ci hanno mostrato un futuro dalle costruzioni gigantesche, morbide ma realizzate con materiali innovativi, cemento e fibra, abbiamo visto un robot che sbaglia ed auto-apprende dai propri errori e questo ci ha spaventato un po’….

Quello che accomuna tutti questi temi con Altair è la disponibilità e l’apertura a soluzioni diverse!

Spin va veloce

È’ davvero un piacere sentire che Spin sia citata da Altair come una bella realtà tecnica ; la presentazione di Luigi della nostra  nuova interfaccia motori elettrici è stata molto seguita, le persone erano attente, gli ingredienti sono: sicurezza, contenuto e novità.

La nostra Interfaccia, automatizza processi di calcolo di motori elettrici dal punto di vista elettromagnetico, termico, meccanico e vibroacustico lanciando in background i solutori di Altair

L’interfaccia è piaciuta così tanto che il secondo giorno Luigi è stato invitato a partecipare alla tavola rotonda dedicata alla ottimizzazione elettromagnetica con domande tecniche.

Un bel momento di aggregazione e di confronto, au revoir Paris!